False fidejussioni al Comune: tutti assolti

False fidejussioni al Comune: tutti assolti

False fidejussioni al Comune: tutti assolti

Erano coinvolti Galano, Perrone, Trisciuoglio, Zammarano, De Luca e Affatato

Nessuno tsunami giudiziario per i palazzinari foggiani. Sono stati tutti assolti gli imprenditori coinvolti nell’inchiesta relativa alle presunte false fideiussioni prestate a garanzia della realizzazione delle opere di urbanizzazione, nell’ambito delle Convenzioni Prusst.

LEGGI: COSTRUIVANO A FOGGIA CON FALSE POLIZZE
GLI IMPRENDITORI. Tirano un sospiro di sollievo, dunque, Pasquale Galano, Michele Perrone, Giovanni Trisciuoglio, Massimo Zammarano e Domenico De Luca e con loro anche il responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale Francesco Paolo Affatato. Tutta l’indagine ruotava attorno a false polizze fideiussorie grazie alle quali alcuni costruttori foggiani hanno ottenuto il permesso ad edificare in città in regime di deroga al Piano Urbanistico Generale. L’operazione vedeva nove persone indagate e accusate, a vario titolo, di esercizio abusivo dell’attività finanziaria, ricettazione, truffa ed edificazione abusiva.

LEGGI: ORA I PALAZZINARI TREMANO DAVVERO…

LA SENTENZA. La sentenza è stata emessa stamattina nell’ambito del processo con rito abbreviato scelto dai costruttori e dal dirigente comunale Affatato . Le motivazioni della decisione saranno depositate entro 45 giorni. Ancora in corso, invece, quello a carico degli agenti finanziari Chieffi e Di Gennaro che hanno optato per il rito ordinario. In tale procedura il Comune di Foggia si è costituito parte civile, una decisione che, alla luce delle assoluzioni degli imprenditori, appare ancor più incomprensibile.

Tratto da Foggia Città Aperta

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *